Realizzazioni campi in terra battuta garanrtiti - InstantGreen
269
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-269,bridge-core-2.1.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-20.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive
 

Campi in terra battuta

Perché campi in terra battuta?

La terra battuta è ancora ad oggi la “grande signora” del tennis. La tradizione, il colore rosso mattone, l’elasticità ed allo stesso tempo la compattezza della superficie, la capacità drenante, sono solo alcune tra le caratteristiche dei campi in terra battuta.

Preparazione

Il segreto per la realizzazione di un buon campo in terra battuta è la preparazione del drenaggio. Questo deve essere realizzato in vari strati, con materiali inerti selezionati sia nella granulometria che nella qualità, fino ad arrivare allo strato più fino che, ancor prima dell’applicazione della terra stabilizzata, si deve presentare omogeneo, perfettamente complanare in ogni suo punto, compatto e con le giuste pendenze.

PRIMA DEL LAVORO
DOPO IL LAVORO

La superficie

La vera superficie di gioco in un campo di tennis o di un campo di baseball in terra battuta è il sottomanto o tennisolite, posto immediatamente al di sotto del sottile strato colorante di terra rossa. Il sottomanto infatti, dona al campo quelle caratteristiche che fanno provare la piacevole sensazione di un gioco ragionato, non esasperato, di un rimbalzo naturale della pallina. Consente inoltre di poter arrivare in scivolata su un colpo dall’avversario o sul cuscino della base nel baseball.

Per raggiungere questo obiettivo, vengono messe in campo grande esperienza e le terre speciali della I.T.I.S. (Industria Terre Impianti Sportivi) o delle migliori aziende produttrici a seconda delle preferenze dei nostri clienti. Questi due punti di forza, assicurano alla superficie di gioco una grande stabilità, compattezza ed un colore vivo nel tempo, già dal lontano 1967.

Manutenzione dei campi in terra battuta

Nonostante i costi iniziali leggermente più bassi rispetto ad un campo sintetico, una superficie in terra battuta necessita però di una manutenzione giornaliera: d’estate, con l’innaffiamento, d’inverno, con la costante cilindratura e spargimento di sale. Di conseguenza, ciò rende quindi la pavimentazione in terra battuta più idonea ad un circolo sportivo piuttosto che ad un privato.

REALIZZA SUBITO

IL TUO CAMPO!

compila il modulo di contatto e chiedi tutte le informazioni che vuoi, sui campi in terra battuta, risponderemo ad ogni tua domanda e fugheremo ogni tuo dubbio.

Insieme sceglieremo la soluzione migliore per il tuo nuovo impianto sportivo!

Se vuoi puoi anche telefonarci direttamente o inviare una mail.